#TheTripToItaly mentre i #selfie fanno ohhhh

L’altro giorno l’amico Edoardo Colombo ha postato sulla sua bacheca Facebook la notizia del successo della serie della BBC “The Trip To Italy“. Un vero e proprio boom che sta facendo il giro del mondo.

bbc_two_italySeguo da un po’ il fenomeno del cine-turismo e mi rendo conto del fatto che con molto provincialismo, dopo le italo interne ubriacature inneggianti prima al Basilicata coast to coast e poi all’importanza, non lo metto in dubbio, dell’Oscar a La Grande Bellezza (che m’è pure piaciuto) e gli angosciati dibattiti circa la capacità dei #selfie di salvare il futuro dell’umanità, non ci si stia accorgendo del fatto che, di questa serie televisiva della BBC se ne parla un bel po’. Una fortuna strepitosa proprio in contemporanea con la campagna da 5 milioni di euro lanciata da Enit.

Forse siamo troppo occupati a promuovere quello che facciamo noi, progettiamo noi, promuoviamo noi –  che poi se ci pensi bene questo atteggiamento ha molto a che vedere con i #selfie – che non ci accorgiamo cosa sta succedendo nel resto del mondo… e magari ci piangiamo addosso con gli articoli di Severgnini e Der Spiegel. Certo siamo messi male però…

Lasciando da parte l’irresponsabile polemica guardiamo quale portata può avere questo evento televisivo e cinematografico. Per prima cosa la notizia non sta nel fatto che i protagonisti si stiano facendo un #selfie, mi spiace deludere gli appassioselfie

selfieLa notizia è che non solo la serie piace un sacco, ma la versione cinematografica farà il giro del mondo, pare un moderno Italienische Reise, ma anche senza scomodare l’illustre Goethe:

Tristan Whalley’s Goalpost Film is heating up sales on Michael Winterbottom’s The Trip To Italy, his follow-up to 2010 hit The Trip, which has now sold to IFC for the US, Madman for Australia/New Zealand, Non-Stop for Scandinavia, Wild Bunch for Benelux and Cinesky for airlines.

Ovviamente si trovano tracce su The Guardian, sul Financial Times, sul Telegraph, sull’Indipendent oltre a tutti i siti e giornali del settore televisivo e cinematografico con recensioni tra le 4 e le 5 stelle.

Trip-italyL’altra notizia è che sulla bacheca Twitter di @RobBrydon, che conta “solo” 1,4 milioni di followers si parla di Italia e che su Twitter sta veramente succedendo un putiferio innescato anche dalla promozione on-line del film che sarà nelle sale a fine maggio. Incassiamo questa promozione “a gratis” mentre i #selfie fanno ohhhhh

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=55OtglvtXuI]

No Comments

Post a Comment