Sarei anche paziente…

Sarei anche paziente… ma se sulla mia cartella clinica c’è scritto maschio non puoi ricoverarmi, anche se non mi dispiace, in un reparto femminile.

Sarei anche paziente… ma se mi chiamo Robi non puoi scrivere sulla cartella clinica Rosy, anche perché – te lo ripeto – c’è scritto che sono M.

Sarei anche paziente… ma se scendono dieci centimetri di neve non puoi sospendere una causa in tribunale e una operazione chirurgica.

Sarei anche paziente… ma non puoi creare un modulo su internet che non funziona e poi chiedermi scusa perché mi sono imbattuto nell’unico bug del tuo sistema che mi ha fatto perdere dieci giorni.

Sarei anche paziente… ma non puoi telefonarmi alle 12:30 proprio mentre inizio a mangiare per propormi la tua solita offerta telefonica a tariffa supercontata o i pannelli fotovoltaici.

Sarei anche paziente… ma sono due volte che ritorno ai tuoi sportelli e ti faccio notare che hai sbagliato il mio nome sulla tessera sanitaria.

Sarei anche paziente… ma dopo sei mesi dal cambio di residenza all’ospedale non risulta il mio giusto indirizzo.

Sarei anche paziente… ma mi dici che sono fortunato perché l’indirizzo, alla signora che mi precedeva nella fila, l’hanno cambiato dopo tre anni.

Sono incazzato nero cit. Howard Beale - Quinto potere

Howard Beale – Quinto potere

Sarei anche paziente… ma per tre volte t’ho spiegato che non m’hai addebitato la tassa sui rifiuti, che per tre volte m’hai detto che hai passato il ruolo a Equitalia, ma Equitalia dice che non risulta nessun ruolo.

Sarei anche paziente… ma mi mandi una lettera e i tuoi responsabili non sanno di cosa si tratta. O meglio, il quarto era preparatissimo sulla questione.

Sarei anche paziente… ma tu, caro personaggio simpatico addetto alla distribuzione dei numerini, m’hai segnalato quattro volte l’ufficio sbagliato, peraltro con molta fantasia.

Sarei anche paziente… ma dopo sei mesi il mio cambio di residenza non l’hai ancora trasmesso alla motorizzazione.

Sarei anche paziente… ma tu, locale compagnia del gas, apri tre mezze giornate a settimana schierando due impiegati su tre sportelli e lasciando uno sportello vuoto nel giorno di apertura al pubblico.

Sarei anche paziente… ma devo spedirti un fax perché m’hai attivato un servizio che dici che ti ho richiesto ma non sai dirmi quando e come.

Sarei anche paziente… ma devo spedirti un fax e una raccomandata perché dici che ho richiesto una tariffa ma non sai quando te l’ho chiesta e come.

Sarei anche paziente… ma, dopo un’ora di attesa, avete servito solo una persona.

Sarei anche paziente… ma dopo un’ora di attesa alla locale compagnia del gas, ho dovuto farmi coraggio tra i 20 cittadini in fila, e dopo avervi visto armeggiare coi terminali in panne, ho dovuto chiedervi se era successo qualcosa.

Sarei anche paziente… ma non dovrei essere io, cara impiegata della locale compagnia del gas, a dirti che sarebbe opportuno informare le persone in attesa che ci sono i computer in panne.

Sarei anche paziente… ma ma se mi rispondi “se non ha pazienza di aspettare, può pure andarsene“…

… siccome sono paziente… spero che a cagare ti ci mandi il prossimo, sempre che non se ne sia andato anche lui…

No Comments

Post a Comment