Voglio il tasto “vorrei ma non posso”

Want, ma anche no

Want, ma anche no!

E quindi Facebook lancerà il tasto “voglio“. In effetti era proprio quello che desideravo da anni: “il tasto voglio”. Ci sarà sicuramente un motivo per il quale si chiederà agli utenti di esprimere una volontà.

Volere è potere? Adesso, che nei volti della gente quello che era il “potere d’acquisto” è diventato il “non poter acquistare”, che interesse potrebbero avere le aziende nel conoscere i desideri di persone che non possono?

A me piace molto la Ferrari, quale valore commerciale potrebbe celarsi dietro al fatto che io esprima il desiderio di volerla su Facebook?

Di questi tempi, per individuare le nuove fasce di consumatori, Facebook farebbe meglio a proporre il tasto “Vorrei a rate” e “Vorrei ma non posso”. Così, giusto per capire se sei fuori mercato.

Insomma, il tasto voglio ha il valore del pianto, nel negozio di giocatoli, di un bambino i cui gentori non hanno una lira. Uno strazio!

E la rete mi ha ricordato questa:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=oqMl5CRoFdk]