[da non fare] Se il maremmano ruba le foto all’elbano

 

Ci mancava pure questa, l’incauta campagna di una struttura maremmana che utilizza immagini dello scoglio passato alla storia per aver ospitato Napoleone (pare che lì non succeda altro da quei tempi). Queste cose non si fanno, hanno ragione gli elbani a indignarsi.

Per giunta non è che la Maremma non disponga di un “arsenale” pubblicitario di tutto rispetto, parchi che vanno per la maggiore e anche da più tempo rispetto a quello dello scoglio, spiagge dell’Argentario e del Giglio, Cala Violina a Scarlino, Cala di Forno a Magliano… le miniere delle zone delle colline metallifere, ma lo si sa, “l’elba del vicino è sempre più bella”.

promozione occulta

D’altro canto, se è certo che nel turismo contano gli attrattori, son piene le pubblicità di Colossei e Torri di Pisa per sostenere luoghi ben distanti da questi immaginari collettivi turistici. Insomma è una psicologica dichiarazione di sudditanza nei confronti dell’Elba da parte dell’autore di una così poco indovinata campagna.

Che poi a me quest’incauto e ingiustificabile connubio mi riempie il cuore, procreato a Punta Ala nel 1964 facevo il bagno del golfo di Procchio nell’ottobre del 1965 e sullo scoglio ci sono vissuto, io maremmano, per circa trent’anni e i miei figli lì son nati. Ma la cosa ha indisposto anche me, in un periodo in cui si è smesso di dare fiato alla supercazzola dell’alta, bassa, media Maremma, del fatto se questa terra meravigliosa – che con l’Elba ha tanto in comune (colpo di scena pare fossero un tempo attaccate) – sia un brand o una destinazione (pare non sia nessuna delle due cose, ma non lo dite a nessuno), ci mancava ora il furto fotografico.

Il sito che fa capo a questa storia pare sia di un privato, che evidentemente, come si dice da queste parti e con licenza che questo blog concede, l’ha fatta evidentemente di fori.

Da anni ci si interroga su quali siano i confini della Maremma, ci sono infinite teorie che si rifanno a scritti di importanti personaggi che hanno fatto la storia di questi luoghi e dell’Italia intera e che ne danno diverse localizzazioni. Ma mai come questa volta vale la frase che amo dire sempre: i confini della Maremma arrivano dove arriva il cuore dei maremmani. E nel mio cuore l’Elba rimarrà per sempre.

Resta il fatto che le foto ognuno si deve tenere le sue! Ché l’Elba è meravigliosa ma l’elbani so’, con le foto, come i palermitani per le banane, non gliele ruba’.

Tags:
No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.