Il ponte sul fiume Rodano

avignone
Se siete passati da Avignone, ci capitai metà anni 80, vi ricorderete del ponte distrutto. Come si legge sulla Treccani.it

si costruisce (1177-85) il celebre ponte di Saint-Bénezet (tav. CXXXIII), che doveva fare la fortuna di Avignone; esso contava 19 archi e formava un gomito a monte del fiume per dividerne la corrente; più volte rotto e ricostruito, fu travolto dalla piena del 1680. Ora ne rimangono soltanto quattro archi congiunti con la riva dalla parte della città: motivo celebre di vedute avignonesi. Sul secondo pilone si erge una cappella, rimaneggiata nel sec. XIII, con una bella abside del 1513.

Oggi mi sono imbattuto in un resoconto del Forum du Tourisme Numérique à Deauville, in particolare su riflessioni riguardanti le destinazioni, i brand e il marketing territoriale che si evolvono in maniera assai particolare anche grazie alle nuove tecnologie. Ma il punto è che da quasi trent’anni mi chiedevo come fosse quel ponte prima che andasse distrutto e finalmente, grazie alla tecnologia 3D e a questa ricostruzione, si può rivedere com’era il ponte di Avignone nel 1350.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=QeZAOd60H8A]

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.