2 libri + 2 libri

Due libri letti e due da leggere. Spesso un libro tira l’altro e allora ecco che vi racconto come è andata.

libri

Se volete scoprire la storia di Mason, non Perry, Andrew Mason e di Groupon leggetevi pure “Groupon, a chi conviene lo sconto imbattibile” quasi trecento pagine per capire che solo i fondatori di Groupon e i primi finanziatori hanno guadagnato vendendo quote della società. Che l’indice inventato da Mason per far belli i conti, il così detto ACSOI, è un indicatore interno di performance (interno lo aggiungono dopo un duro ammonimento della SEC) che depura i conti dei costi di marketing. Mason sostiene che quei costi valgono per sempre e una volta ridotte le spese di marketing il fatturato e il valore dell’azienda rimarrà invariato. Purtroppo però nel momento in cui Groupon riduce le spese di marketing crolla anche il fatturato e le azioni perdono oltre l’80% del valore dall’IPO. Nelle dieci paginette finali Alberto Carnvale Maffé e Francesco Saviozzi elencano quello che ormai è di patrimonio pubblico: i commercianti contenti sono pochi, gli azionisti hanno rimesso fior di quattrini e per giunta chi promuove queste offerte ci perde anche in reputazione, oltre al fatto che il settore che offre meno soddisfazione e marginalità è quello dei viaggi. Se credete che questo libro sia un manuale per organizzare e comprendere i meccanismi d’offerta non ve lo consiglio. Se volete sapere come lanciare una startup in America fatevi sotto!

Dopo aver compreso che – anche nella rutilante ribalda del social couponing –  non c’è trippa per gatti e che è bene tornare al back to basics ho ripreso il vecchio Manuale dell’Industria Alberghiera del Touring Club. Un tesoretto edito nel 1964, che potete trovare su Ebay alla modica cifra di 18 euro, e che vi riporterà ai fasti di un tempo quando gli imprenditori erano albergatori, quando servire significava essere utili. Un libro che spazia dalla progettazione dell’hotel, a quella della nave da crociera, ai tagli della carne, dal far di conto a qual è il modello di giacca adatto al facchino. Dall’immagine del coltello al come dev’essere posizionato il serbatoio dell’acqua.

Un altro tesoro di libro è “Sopravvivere alle informazioni su Internet”  di Alessandra Farabegoli. Come organizzare computer e cervello per salvarsi la vita con l’information overload. Alessandra scansiona le comodità del web e ci aiuta ad usarle, allo stesso tempo ci fornisce parametri per evitare quelle noie che ci costringono a perdere tempo e concentrazione, in pratica produttività. Ché poi essere più produttivi regala maggior tempo da dedicare al riposo, agli affetti e a noi stessi. Insomma, regalatevi questo libro salva vita per natale e camperete – anche a parità d’età – qualche anno in più!

E dato che un libro tira l’altro, dopo aver imparato a archiviare documenti e leggere solo cose interessanti non mi resta che imparare a scrivere. Inizierò quindi a leggere “Il mestiere di scrivere” di Luisa Carrada, me ne ha parlato un gran bene una persona che stimo molto e poi il blog di Luisa è uno dei più belli e più seguiti d’Italia. Così scriverò e archivierò un sacco di bei documenti. 🙂

libri 2

No Comments

Post a Comment

*