Grazie Capotreno Giuseppe #Trenitalia

Volevo scrivere di una brutta storiella occorsami alcuni giorni fa. Quella della famigliola americana che non aveva vidimato il biglietto, a bordo di un regionale con un controllore e due agenti che nel loro operare non mi erano piaciuti granché e della discussione che ne era scaturita, ma lasciamo perdere che c’è da raccontare un storia più bella.

Nel pomeriggio di oggi sono sceso a Pisa e, appena il regionale sul quale avevo viaggiato ha lasciato la stazione alla volta della Liguria, mi sono accorto di aver dimenticato a bordo lo smartphone. Nel frattempo camminava lungo il binario sul quale aspettavo la coincidenza per Grosseto il Capotreno Giuseppe al quale ho spiegato il mio guaio.

Il Capotreno Giuseppe era fuori servizio e attendeva lo stesso treno per raggiungere Livorno, credo per tornare a casa. Senza indugiare un attimo ha contattato il collega a bordo del treno sul quale avevo dimenticato il telefono che si è attivato e, per mia fortuna, l’ha ritrovato. Nel frattempo siamo saliti a bordo del treno che si dirigeva verso il sud della Toscana.

Uno scambio di telefonate tra Giuseppe, l’altro capotreno e l’addetto al Servizio Clienti di Pisa è stato sufficiente per attivare l’operazione “back to Pisa” dove, grazie alla conferma telefonica di questa sera, il telefono è arrivato ed è custodito.

Io che spesso lancio epiteti su Twitter rivolti a #Trenitalia questa volta devo ringraziare per la gentilezza il personale ferroviario anche per quel rotondo, gentile e fiero accento meridionale di Giuseppe che quando lo senti ti piace di essere italiano.

Tags:
No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.