Google entrerà nelle vostre aziende

Ormai Google è croce e delizia per tutti coloro che devono fare affari in rete. Big G si estende in tutti i campi, siano questi presidiati da altre aziende oppure siano segmenti ancora vergini. Nel caso di oggi Google intende ampliare le qualità di Street View, da semplice visuale pedonale di città a vera e propria guida virtuale all’interno di luoghi di attrazione turistica.

C’è già Art Projects, un esperimento in cui 17 musei aprirono le loro porte:  la Tate Modern di Londra, il Moma di New York, l’Hermitage di San Pietroburgo e il Rijksmuseum di Amsterdam. E ci sono gli Uffizi di Firenze. Si diceva che Google avrebbe continuato ad ampliare il sito dedicato ai musei anche con il Museo Capodimonte a Napoli, la Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, la Galleria Borghese di Roma e la Pinacoteca di Brera di Milano, ma di altri italiani non se ne vedono. Sono però entrati già Praga, Versailles e Berlino.

Ma Google non si è fermata qua, ha anche ripreso le pisce da sci. L’ultima attività alla quale si è  data è la speleologia. Guardate l’immagine sopra oppure iniziate un tour virtuale nelle miniere giapponesi cliccando qui. Iniziate a mettere gli zerbini fuori dalle vostre aziende, negozi e alberghi con su scritto welcome Google, perché sono sicuro che prima o poi entrerà anche nelle vostre camere e passeggerà tra i tavoli dei vostri ristoranti… e non penso proprio che lo farà gratis.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.